Abdou è purtroppo fuori dai giochi, Leonardo Niccolai è ancora molto sofferente, Raffaelli al 20%. Alla sventura non c’è mai fine dato che il giorno prima della partita anche Luca Marini deve fermarsi per una contrattura, e le conseguenze si sono viste.

Tuttavia la Libertas a Siena è ben presente e combatte!

Siamo un po’ contratti in partenza ma un buon Niccolai ci tiene a contatto è il primo quarto termina 18-12. La situazione non migliora nel secondo tempino dove però Melosi inizia a colpire da fuori.

Siena è una squadra “rognosa” in difesa e Bruttini è un brutto cliente, le squadre vanno al riposo sul 38-26.

Coach Angiolini da la carica negli spogliatoi e la Libertas torna in campo con un altro piglio. Melosi è scatenato e ben sostenuto da un ottimo Pasquinelli che colpisce dalla media e piazza anche due stopponi. Alla fine del terzo quarto Livorno rosicchia qualcosa e il parziale dice 53-44.

Livorno ci crede e i tifosi anche ma la panchina è troppo corta. Nonostante il giovane Lulli si riveli prezioso in difesa, Bruttini continua a martellare insieme a Tognazzi.

Nell’ultimo tempino Massoli, prezioso anche a rimbalzo (9), piazza dei canestri importanti e il “Melo” prova a riportarci sotto ma non c’è niente da fare. La partita termina 79-71 per i Senesi.

Nonostante la sconfitta c’è la consapevolezza che la serie è aperta. Sicuramente occorre migliorare il giro palla in attacco per superare le maglie difensive avversarie ed è necessario impostare una difesa più attenta su Bruttini.

C’è stata un po’ poca precisione al tiro e la mancanza di Abdou sotto canestro si è fatta sentire.

Ci sono però 4 giorni per cercare di recuperare Niccolai, Raffaelli e Marini.

Sicuramente il calore del PalaGemini sarà il sesto uomo in campo. Niente è perduto, forza Libertas!

TABELLINO: Raffelli, Marini 6, Tellini 4, Melosi 26, Massoli 8, Vivone NE, Perondi NE, Mottola NE, Lulli 5, Pasquinelli 14, Niccolai 8, Ciardi.