Ci credevano i ragazzi, ci credeva Walter Angiolini e ci credevano anche i tifosi Libertassini che sono andati a Fucecchio nonostante l’orario cambiato (si giocava alle 19:30). Quando ci credi tutto diventa più facile e infatti la prova della Libertas ha rasentato la perfezione.

Nonostante Leo Niccolai si sia presentato con una vistosa fasciatura alla coscia e con Mottola assente cosi come l’infortunato Raffaelli, la truppa Libertassina parte subito bene e scappa via chiudendo il primo quarto sopra di 10.

Abdou randella e spazzola i tabelloni, Melosi e Marini crivellano la retina avversaria e la Folgore appare spaesata. Al punto che la Libertas chiude all’intervallo 37-52.

Nel secondo tempo Vannini e soprattutto uno Strozzalupi mai domo provano a riportare sotto Fucecchio. Purtroppo Abdou si infortuna cadendo male dopo un “ponte” di Venditti e deve uscire. Con Niccolai a mezzo servizio non è facile a Fucecchio si riavvicina pericolosamente. Ma Tellini è concentrato a Marini è addirittura una furia e al terzo quarto finisce con un +13.

Nonostante la stanchezza per la panchina corta, la Libertas dimostra di saper soffrire. Tutti i ragazzi si impegnano al massimo e forse mai come in questa partita forniscono una prova eccellente anche in difesa. Senza Abdou Vannini può imperversare ma Massoli arpiona alcuni ottimi rimbalzi, Pasquinelli si sacrifica e in attacco ci pensano il Melo e il Maro.

Stavolta non ce n’è e la Libertas trionfa eliminando una squadra sicuramente solida e ben organizzata.

E’ una bella festa per i ragazzi e per i tifosi accorsi in massa. E’ anche un capolavoro di coach Angiolini che ha saputo imbrigliare alla perfezione i tiratori avversari.

Adesso ci tocca il Costone Siena e come al solito…ci crediamo!

Tabellino: Raffaelli NE, Tellini 12, Marini 23, Melosi 21, Massoli 5, Vivone NE, Ciardi NE, Niccolai 5, Colley 7, Perondi NE, Lulli 1, Pasquinelli 4.