Guglie Invictus – Ponte di Nona Roma: 61 – 82

Lemmi 12, Sergio 3, Meschi, Mele 13, Doumbia 2, Lamperi 18, Tomei 9, Catani 4, Alongi, Mazzacca, Bandini.

All. Antonini
Ass. Stasic 😀

Termina a Venturina la strepitosa stagione degli Orange che cedono il passo al cospetto di un buonissimo team come quello romano, che si impone meritatamente, al termine di una partita che, a parte la prima metà del quarto iniziale, vede i nostri avversari sempre in vantaggio, con forbice di punteggio che si amplia con il passare dei minuti.
Il primo strappo a favore dei pontini avviene sul finire della prima frazione con una difesa pressing che mette in difficoltà gli invictussini, favorendo alcune facili realizzazioni degli avversari e parziale di 11-20 al 10′ di gioco.
Nel secondo quarto guidati da un Kavosh imprendibile per la difesa orange (30 pti per lui a fine gara) i romani prendono ancora alcuni punti di ulteriore vantaggio e si va all’ intervallo lungo con i nostri ragazzi sotto di 16 lunghezze (26-42).
Al rientro in campo l’inerzia del match non cambia e, nonostante l’ attacco labronico produca 21 punti segnati, è la difesa che non riesce ad arginare in nessun modo gli attaccanti avversari, che ne mettono a segno 26. Nell’ultimo periodo i laziali amministrano il vantaggio ottenuto con facilità ottenendo una meritata vittoria ed il pass per la finale odierna.
Termina quindi la stagione degli Orange che si sono resi protagonisti di un ottimo campionato conquistando un terzo posto assoluto nell’elite del basket toscano avendo avuto la possibilità di giocarsi nell’interzona la chanche di raggiungere le finali nazionali di categoria.
“Sono molto soddisfatto del percorso fatto dai miei ragazzi in questi due anni – queste le parole di coach Antonini – entrambi i campionati terminati nelle prime 4 squadre della Toscana, con il gruppo cresciuto di livello sotto tutti i punti di vista e la soddisfazione di aver raggiunto la fase interzonale nella quale abbiamo toccato con mano la qualità degli avversari al di fuori della nostra regione, cosa che ci deve spingere a lavorare con ancora più intensità ed impegno sapendo che è necessario alzare ulteriormente l’ asticella della qualità del nostro lavoro quotidiano in palestra per competere ad un livello che possa andare oltre ai confini regionali”.
Bravissimi Orange, davvero un risultato prestigioso, la società è orgogliosa di voi!