BECHI

CUORE LIBERTAS: IMPRESA EPICA CONTRO OMEGNA. CAPOLISTA KO 86-85

La Maurelli Libertas Livorno 1947 mette in cassaforte due punti dal valore inestimabile al cospetto della capolista Omegna al termine di 40’ vietati ai deboli di cuore. Ospiti imbattuti in trasferta e al gran completo: l’esatto opposto dei padroni di casa che si presentano al match privi dei soliti Ammannato e Forti a cui si è aggiunto in extremis Onojaife ancora alle prese con i problemi al ginocchio. In queste condizioni complicate l’unico baluardo nel pitturato è Ivan Morgillo che però sarà presto condizionato dai falli e non inciderà nella gara rendendo ancora più difficile la vita ai livornesi.

La partita. Pronti via e Omegna sguscia via da tutte le parti. Balanzoni non ha rivali sotto canestro e Bushati pizzica dalla distanza. Piemontesi sempre avanti con il vantaggio che si dilata fino al +12 (4-16). Fantozzi, vista la brutta parata, abbandona la difesa a uomo e si rifugia nella ‘zona’. Idea meravigliosa perché in questo modo vengono versate secchiate d’acqua sulle polveri degli ospiti che subiscono un primo break e chiudono il primo quarto ‘solo’ a + 4. Morgillo, già gravato di falli, lascia il posto al baby Mancini che resterà 25’ sul parquet tenendo botta dinanzi al totem Balazoni. Il secondo quarto profuma di mare: Marchini è in gas, emulato da Kuuba e la partita viene ribaltata: 26-17 e + 5 Libertas all’intervallo lungo. L’inerzia rimane saldamente ai ragazzi di Fantozzi anche a inizio ripresa (51-38 con un iniziale 8-0). Marchini fa male, Kuuba è chirurgico, Mancini lotta, Casella è concreto e Toniato ci mette il fisico. Bene anche Ricci che punge da 3. Omegna però è viva e ricuce lo strappo con pazienza (61-59 con tripla di Santucci) prima che la Libertas riparta e chiuda la terza frazione a +7 (66-59). L’ultimo tempo è di quelli che fano innamorare del basket. La Libertas perde per falli Morgillo e Ricci. Omegna galleggia a -5 (71-76) prima di piazzare un mortifero 12-0 che sul canestro di Balanzoni a 2’42” dalla conclusione sembra mettere la pietra tombale sulla partita. Casella però la riapre con una tripla, Omegna di pianta sulla ferocia difensiva di Livorno che ribalta di nuovo la partita con Bechi autore di un gioco da 3 punti e di un contropiede che aprono le porte ai sogni amaranto (86-83 a 11” dalla sirena). Nell’altra metà campo Balanzoni riporta gli ospiti a -1, ma quando a 1” e 4 decimi Toniato subisce il fallo da Santucci che lo spedisce in lunetta è chiaro che i due punti restano al Modigliani Forum. Lo 0-2 dalla linea del giocatore veneto è materiale esclusivo per gli amanti delle statistiche.

Coach Alessandro Fantozzi: “Questa vittoria è un capolavoro. Questo successo va oltre qualsiasi valutazione tecnico e tattica. Tutti i ragazzi che sono andati in campo hanno dato il massimo, ma questa è una filosofia di lavoro che abbiamo adottato dall’inizio. L’importante è che nel gruppo ci sia consapevolezza che tutti sono importanti e nessuno indispensabile. Se si arriva a questa mentalità, si lavora con serietà e ogni risultato è possibile. La partita con Omegna ha dimostrato che al di là delle assenze accusate a inizio partita e in corso d’opera, possiamo far bene con chiunque. Vincere con la Paffoni che è tra le migliori squadra del campionato per roster e tecnica è un vero capolavoro”.

TABELLINO:
Maurelli Group Libertas Livorno – Paffoni Fulgor Omegna 86-85 (17-21, 26-17, 23-21, 20-26)
Maurelli Group Libertas Livorno: Davide Marchini 23 (5/8, 3/8), Andrea Casella 22 (4/8, 4/7), Luca Toniato 12 (5/6, 0/2), Gregor Kuuba 11 (1/2, 3/4), Antonello Ricci 9 (3/4, 1/3), Costantino Bechi 5 (2/2, 0/0), Ivan Morgillo 2 (1/3, 0/1), Gianni Mancini 2 (1/3, 0/1), Dario Mazzantini NE, Iker Ciano NE
Tiri liberi: 9 / 14 – Rimbalzi: 35 5 + 30 (Andrea Casella 9) – Assist: 15 (Costantino Bechi 5)
Paffoni Fulgor Omegna: Jacopo Balanzoni 25 (11/15, 0/0), Franko Bushati 20 (2/5, 4/9), Marco Planezio 10 (2/5, 2/8), Matteo Santucci 10 (1/3, 2/7), Andrea Piazza 8 (2/3, 1/2), Matteo Neri 7 (2/4, 1/5), Duilio Birindelli 5 (2/2, 0/0), Vincenzo Taddeo 0 (0/2, 0/0), Balsa Jokic NE, Mauro Marchioli NE, Lazar Vujic NE
Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Marco Planezio 8) – Assist: 21 (Franko Bushati 12)

ULTIMI ARTICOLI

LAUREA IN CASA LIBERTAS

E’ con grande orgoglio che annunciamo di avere un Dottore in più nella nostra grande famiglia libertassina. Nella giornata di ieri l’uomo dalle mani d’oro,

Leggi Tutto »