Untitled design (16)

Una Libertas gagliarda porta a casa anche Gara 2 e batte Pavia 64-55

Gara 2 è stata la classica battaglia da play-offs e ad un certo punto la sensazione era che Pavia potesse prevalere. Niente di più sbagliato! La truppa di Garelli non molla mai e lo ha dimostrato per l’ennesima volta.

La Riso Scotto Punto Edile Pavia riesce a recuperare sia D’Alessandro, partito in quintetto, che l’esperto playmaker Andrea Piazza mentre Livorno deve ancora fare a meno di Francesco Forti. Non dimentichiamoci che Visentin ha rimpiazzato solo uno dei due infortunati Castelli e Onojaife.

La Libertas parte bene soprattutto grazie al tiro da tre, con Salvadori che apre le danze e Ammannato che mette subito le cose in chiaro. Ma Pavia difende bene, Rossi è più in palla e la squadra di Di Bella corre e gioca bene in transizione. Grazie a Donadoni e a un ottimo Nasello i lombardi si rifanno sotto. Pessimo invece il secondo quarto della Libertas, messa in crisi da una difesa a zona molto alta e efficace. La mancanza di Forti si sente eccome e Ricci fatica in un ruolo che non è propriamente il suo. Tante palle perse dovute a un giro palla non eccelso permettono a Pavia di prendere il sopravvento a la squadra ospita va all’intervallo sul +4 e solo Ammannato e Marchini permettono a Livorno di tenere botta.

Il secondo quarto è una vera battaglia ma Livorno torna sotto grazie soprattutto a Casella, che rompe gli equilibri in attacco e si rende utilissimo sotto i tabelloni, arpionando ben 12 rimbalzi. Pavia gioca bene in difesa ma fatica in attacco, con il solo Saladini capace di mettere un paio di bombe e la partita torna in equilibrio.

Il finale si preannuncia al cardiopalma, un ottimo Rossi, ben coadiuvato da Donadoni, riporta avanti Pavia, ma è un fuoco di paglia. Ammannato si mette in proprio e realizza canestri importantissimi, con bomba annessa. Sale in cattedra Davide Marchini che demolisce i sogni degli avversari martellando con due bombe micidiali, alle quali si va ad aggiungere una terza, importantissima, scagliata da Luca Toniato.

Adesso la serie si sposta in Lombardia ed è certo che non sarà facile. Coach Di Bella ha dimostrato di saper mettere in difficoltà la Libertas e può disporre di giocatori di indiscusso valore.

Ma andiamo a Pavia con una certezza, questa è una squadra che non molla mai e i tifosi sono tutti con i ragazzi e con Garelli.

 

Tabellino: Marchini 15, Visentin 2, Forti NE, Ricci 2, Ammannato 19, Toniato 6, Geromin NE, Bonaccorsi NE, Casella 15, Salvadori M NE, Salvadori L 6. All: Gigi Garelli; Ass. Matteo Pio

ULTIMI ARTICOLI

NUOVA PARTNERSHIP COMMERCIALE

La Libertas Livorno 1947 è lieta di comunicare di aver raggiunto  un accordo di partnership commerciale con Prog.&Co.  – The Green Construction Company,  azienda leader

Leggi Tutto »