N21_9072

La Libertas si arrende solo nel finale, ma l’avventura in Coppa Italia è un successo

Si interrompe in semifinale l’incredibile avventura della Libertas Livorno 1947 nella Coppa Italia di Serie B 2021, dalla quale esce a testa altissima. La formazione di Garelli, dopo aver superato ai quarti Taranto, si è arresa con onore al PalaSport di Cervia alla Bakery Piacenza per 67-72. Un ko figlio delle rotazioni ridotte dei labronici capaci comunque di condurre per oltre metà gara e ancora a -1 a cinque minuti dalla sirena finale.
Piacenza parte subito forte e si porta avanti per 5-9, ma la Libertas, trascinata da Toniato Casella, reagisce prontamente piazzando un parziale di 10-0 che permette alla formazione di Garelli (per l’occasione con i colori blu-gialloin omaggio alla storica Libertas anni ’80) di portarsi sul +6 (15-9). Livorno allunga ulteriormente arrivando a toccare il +10 (26-16), per poi chiudere il primo quarto sul 26-18. In avvio di secondo quarto la Libertas vola sul +14 (32-18), con i biancorossi che però riescono ad accorciare il gap (44-38) prima dell’intervallo lungo.
Al rientro in campo Piacenza spinge sull’acceleratore e la Libertas va in difficoltà, fino a subire il sorpasso con una tripla di Vico. La formazione di Campanella continua a premere e chiude il terzo quarto avanti 59-66. Nell’ultima frazione Forti e soci, con tenacia, si riportano a -1 (67-68) grazie al 2/2 dalla lunetta di Ricci, ma nel finale i biancorossi piazzano un parziale di 0-4 che chiude definitivamente la contesa.

OPUS Libertas Livorno 1947 -Bakery Piacenza 67-72
(26-18; 44-38; 59-66)

OPUS Libertas Livorno 1947:
Ammannato 10, Salvadori 3, Casella 13, Toniato 18, Ricci 11, Bonaccorsi ne, Salvadori ne, Onojaife 8, Geromin ne, Forti 4, Mancini ne, Marchini ne.
All. Garelli
Bakery Piacenza:
Birindelli 5, Planezio 4, De Zardo 6, Sacchettini 12, Vico 23, El Agbani ne, Czumbel, Udom 8, Perin 14, Pedroni, Guerra ne.
All. Campanella

 

ULTIMI ARTICOLI